io e Luna vere fotomodelle

Anonimo asked:
A che ora sei andata alla festa di radio onda d'urto? Meglio arrivare prima delle 19 o più tardi? Grazie :)

Ieri sera ci sono andata alle 21 perché tanto si pagava dall’inizio, mentre giovedì ci sono andata alle 19 perché l’ingresso era gratis fino alle 20 :) Quindi se vuoi andarci in un giorno in cui si paga tutta la serata non cambia molto l’orario, però prima delle 19 è inutile perché è ancora chiuso e comunque non è che ti rubino il posto o finiscano i biglietti come può accadere per concerti in altri posti. Di niente, figurati!

Ieri sera sono andata al mio terzo concerto dei 99 posse (gli altri due sono stati nel 2010 e 2012, cioè sempre quando sono venuti a festa radio dopo la reunion del 2009). I loro concerti danno una carica pazzesca, tutti che ballano e saltano e cantano nonostante la pioggia che si divertiva a scendere ogni tanto. E invece non sopporto la gente che messaggia o comunque usa il cellulare per un tempo prolungato durante i concerti, cioè, se vuoi fare qualche foto ok, ma stare lì a farti gli affari tuoi in mezzo a gente che si dimena non mi sembra il caso.
Brescia, 26 agosto 2014
1

Ieri sera sono andata al mio terzo concerto dei 99 posse (gli altri due sono stati nel 2010 e 2012, cioè sempre quando sono venuti a festa radio dopo la reunion del 2009). I loro concerti danno una carica pazzesca, tutti che ballano e saltano e cantano nonostante la pioggia che si divertiva a scendere ogni tanto. E invece non sopporto la gente che messaggia o comunque usa il cellulare per un tempo prolungato durante i concerti, cioè, se vuoi fare qualche foto ok, ma stare lì a farti gli affari tuoi in mezzo a gente che si dimena non mi sembra il caso.

Brescia, 26 agosto 2014

"È che da quando l’ho vista, non so né come né perché, lei ha preso un gran posto nella mia vita, e non riesco a scacciare la sua immagine dal mio pensiero perché essa ritorna sempre; è che oggi, quando l’ho incontrata, dopo due anni che non la vedevo, ella ha avuto sul mio cuore e sull’animo mio un ascendente ancora maggiore; è che, insomma, dopo che ella mi ha ricevuto, dopo che la conosco, dopo che so quanto vi è di bizzarro in lei, ella mi è diventata indispensabile e che impazzirei non soltanto se lei non mi amasse, ma se non mi consentisse di amarla."
La signora dalle camelie - Alexandre Dumas (figlio)
Sono qui a casa di mia sorella a essere la zia che ogni bambino potrebbe desiderare in compagnia di questo bell’unicorno rosa (e ovviamente anche di mia nipote)
Botticino, 26 agosto 2014
3

Sono qui a casa di mia sorella a essere la zia che ogni bambino potrebbe desiderare in compagnia di questo bell’unicorno rosa (e ovviamente anche di mia nipote)

Botticino, 26 agosto 2014

I miei sono partiti stamattina alle 8.30 dicendomi soltanto che non hanno piacere che il mio ragazzo venga a casa a dormire mentre loro non ci sono. E ok, non hanno specificato che io non possa andare a dormire da lui, quindi ci andrò senza dubbio. Mio padre ha anche dimenticato gli occhiali e la carta d’identità a casa, ma quando se ne è accorto erano già nelle Marche quindi niente, io me ne ero accorta prima, ma non avevo voglia di rivederli così presto. Poi mia madre mi ha detto di portare fuori la spazzatura domani sera, e di dare da bere alle piante, va bene, cose fondamentali per la sopravvivenza.

Intanto però sono stata a casa da sola tutto il giorno tranne per due ore quando mia sorella è passata di qui per pranzo, e la cosa più interessante è stata appunto preparare il pranzo e riascoltare i vecchi album dei 99 posse mentre giocavo a tetris e a candy crush. Effettivamente anche passare quattro ore a letto a leggere non è stato male. Per la serata sono indecisa tra l’andare a correre da sola prima di cena e il chiamare qualche amica per uscire dopo cena. 

Anonimo asked:
ogni due giorni un libro nuovo, hai molto tempo libero

Esattamente. Siccome c’è sempre brutto tempo e molti dei miei pochi amici sono in vacanza, mi trovo spesso in casa a leggere

25 agosto 2014
2

25 agosto 2014

"In quella Macondo dimenticata perfino dagli uccelli, dove la polvere e il caldo si erano fatti così tenaci che si faceva fatica a respirare, reclusi dalla solitudine e dall’amore e dalla solitudine dell’amore in una casa dove era quasi impossibile dormire per il baccano delle formiche rosse, Aureliano e Amaranta Ursula erano gli unici esseri felici, e i più felici della terra."
Cent’anni di solitudine - Gabriel Garcia Marquez
Giornate in casa, con un grande libro e del cibo. Intanto è agosto e fuori piove.
23 agosto 2014
3

Giornate in casa, con un grande libro e del cibo. Intanto è agosto e fuori piove.

23 agosto 2014

Mi trovavo fin troppo indietro nel pubblico per i miei gusti perché gli amici del mio ragazzo mi avevano distratto dall’altra parte della festa e quando sono arrivata lì tutta la popolazione mondiale più alta di 1,70 m aveva pensato bene di piazzarsi nelle prime file e coprirmi la visuale. Le foto fanno abbastanza pena, però la musica si sentiva bene ed è questo l’importante. Primo concerto de Lo stato sociale, felicità.

Brescia, 21 agosto 2014

Padri che fanno cose

Trovo incredibile e quasi insopportabile che, nonostante io abbia 19 anni e fra meno di un mese vada a vivere da sola, mio padre:

a) non voglia che io torni a casa più tardi dell’una di notte, anche se effettivamente già se torno dopo mezzanotte e mezza è tardi e preferirebbe decisamente che tornassi entro mezzanotte (infatti ieri a mezzanotte e dieci mi ha fatto una scenata per il ritardo)

b) ogni volta che vado in un posto diverso dalla scuola -in cui per ovvi motivi non vado- o dalla biblioteca, lui storca il naso e dica qualcosa tipo “ma è proprio necessario?”

c) quando esco, anche se è pieno giorno, voglia sapere con chi esco, dove vado, ma soprattutto a che ora torno; se ritardo anche solo di cinque minuti sull’orario detto, devo chiamarlo, altrimenti si allarma e poi mi fa sfuriate interminabili

d) quando esco di sera, mi aspetti sempre sveglio e controlli che io non abbia subito alterazioni fisiche, non sappia di fumo, non sappia di alcolici e sappia rispondere in modo pronto e corretto a qualsiasi tipo di domanda che mi pone

e) esiga che quando mi telefona io risponda sempre massimo al secondo squillo altrimenti mi urla dietro, ovunque io sia e qualsiasi cosa stia facendo

f) mi imponga di dormire fuori casa al massimo cinque notti all’anno (se le segna) e solo da persone che conosce personalmente da almeno quattro anni, di cui parlo spesso e di cui possibilmente lui o mia madre abbiano visto almeno una volta uno dei genitori.

Tutto questo mi ha portato ad essere puntuale e anzi a preferire di gran lunga l’anticipo alla puntualità in qualsiasi situazione, ad essere una persona remissiva, ma poi negli ultimi anni anche a essere una perfetta bugiarda. Ho fatto una moltitudine di cose mentendogli spudoratamente e non me ne pento.

insomma, se te lo ha scritto su quattro pilastri diversi nel giro di 100 metri non puoi non lasciare che ti ami
Brescia, 21 agosto 2014
10

insomma, se te lo ha scritto su quattro pilastri diversi nel giro di 100 metri non puoi non lasciare che ti ami

Brescia, 21 agosto 2014

"Preferirei stare per ore a vederti piangere di felicità perché hai capito il sistema che hai imposto, perché hai compreso che non c’è posto per lamentarsi delle avversità e solo l’aria ci salverà, una casa in campagna, una tazza di tè, un letto grande e tutte le mele che vuoi."
Io, te e Carlo Marx - Lo stato sociale
Brescia, 20 agosto 2014
13

Brescia, 20 agosto 2014